Il letto è un mobile le cui origini nella cultura occidentale si perdono nei secoli.
Negli ultimi decenni ha avuto una forte evoluzione, in particolare con le reti a doghe di legno, abbandonando le reti metalliche e ancor prima gli elastici (strutture in legno, con molle, rivestite con feltro e lana Tipo Sommier).
Dagli anni ’70 la rivoluzione maggiore consiste nel passare dai letti in legno o in metallo ai letti imbottiti.

La Flou nel 1978 ha presentato il letto Nathalie disegnato dal grande architetto Vico Magistretti.
E’ stato il capostipite dei letti tessili moderni e oltre alla morbida testata si aggiunse negli anni anche il vano contenitore. Per letto tessile si intende un letto completamento rivestito in tessuto, in ecopelle o pelle, con la possibilità di scegliere tra centinaia di tessuti, con trama fine o trama grossa, alcuni hanno anche la caratteristica di essere irrestringibili, antimacchia, lavabili in casa, morbidi al tatto oppure vellutati. L’ecopelle ha il vantaggio di pulire la superficie con una semplice spugna per togliere la polvere o per eliminare macchie, inoltre se il materiale è di buona qualità la morbidezza al tatto è pressoché simile alla pelle Fiore. L’ecopelle per la sua facilità di pulizia è un materiale adatto a chi soffre di allergie alla polvere.

La pelle è il materiale più prezioso, con il profumo inconfondibile della pelle conciata, la morbidezza al tatto e la resistenza all’usura, lo svantaggio è il costo
L’idea ha fatto seguito a tante sperimentazioni con testate del letto che si inclinano per accogliere meglio chi si appoggia per leggere, per consultare un PC o un cellulare.
Il pubblico dei giovani in particolare ha bisogno di sedersi a letto per guardare i social, per fare acquisti, per vedere la TV, per questo il letto imbottito sta dilagando.
Un’altra novità per il letto della camera matrimoniale è il posizionamento al centro del locale, con dietro una cabina armadio come se fosse un openspace e a lato la vasca da bagno o la doccia in vista.
Una soluzione usata nell’ambito alberghiero e lentamente sta crescendo anche nell’edilizia residenziale di lusso. L’idea di porre il letto a parete con i comodini e l’armadio a fianco è la soluzione classica che conosciamo, ma la stanza con spazi aperti dove il letto si fonde con la cabina armadio e il bagno sta avendo sempre più consensi.
Il confort nel letto è cresciuto soprattutto con le nuove generazioni di materassi ed anche con le reti a doghe di legno, di cui parleremo in un articolo a parte