L’illuminazione nella casa e il benessere visivo

L’illuminazione nella casa e il benessere visivo
Il benessere che otteniamo in un ambiente ben illuminato ci garantisce un piacevole stato psicofisico, ottimale per il corretto svolgimento delle normali attività domestiche. Il corretto comfort luminoso si ottiene interagendo tra illuminazione naturale ed illuminazione artificiale. Non sempre la luce naturale è sufficiente a garantire una quantità di luce adeguata poiché dipendente da diversi fattori: condizioni meteo, orario della giornata, periodo dell’anno ecc., per questo motivo occorre integrarla con quella elettrica. L’illuminazione naturale presenta una qualità (migliore resa dei colori) e quantità di luce superiore a quella artificiale che però ha tuttavia il vantaggio di poter essere progettata (quantità e posizionamento dei punti luce, livello e tonalità della luce, resa dei colori, evitando abbagliamenti…) La luce ci permette di trasmettere le immagini al nostro cervello, ma anche, attraverso il sistema neurovegetativo di influire sulle normali funzioni dell’organismo, aumentando la nostra capacità di concentrazione e la nostra resa lavorativa. L’illuminazione d’interni deve permettere lo svolgimento delle attività domestiche senza sforzo, visualizzando gli oggetti che ci circondano in modo chiaro e ben distinto. Ecco qualche consiglio per la zona giorno della nostra casa. Nella zona giorno trascorriamo la maggior parte della giornata sviluppando mansioni differenti, per questo motivo al punto luce centrale è meglio affiancare una serie di punti luce dedicati a ciascuna attività ( un punto luce per cenare, per cucinare, per leggere ecc.) Nei momenti di relax che utilizziamo davanti alla televisione è consigliato un punto luce dietro alle nostre spalle con una lampada da tavolino, una applique oppure una lampada da terra, che eviti contrasti di luminanza elevati e l’eccessivo affaticamento della vista. Nella zona pranzo l’illuminazione deve focalizzarsi sulla tavola permettendo alle persone di vedere bene ciò che si mangia e le persone che ci circondano, così da creare un ambiente sereno ed accogliente. In cucina un buon lampadario o una plafoniera soddisfano l’esigenza di una luce base per muoversi agevolmente, ma è necessario predisporre sul piano di lavoro della cucina, sopra al piano cottura e vicino al lavello un buon illuminamento con delle barre LED per cucinare , lavare leggere ricette senza difficoltà