LAVASTOVIGLIE: NOVITA', RISPARMIO E SOSTENIBILITA'

LAVASTOVIGLIE: NOVITA', RISPARMIO E SOSTENIBILITA'
Veloci e sostenibili Il nuovo risparmio dal punto di vista delle lavastoviglie è rivolto per lo più alla fase di asciugatura. Anziché immettere aria calda a 70 gradi, con la tecnologia Power Dry di Whirlpool, per esempio, un circuito chiuso cattura l’umidità e il vapore all’interno della cavità, li trasforma in acqua e li espelle, riducendo a una sola ora il ciclo di lavaggio e asciugatura, con classe energetica A+++, e risparmio fino al 20% di energia. Un sistema che riesce ad asciugare alla perfezione anche stoviglie in silicone e plastica o quelle antiaderenti che normalmente escono umide per la porosità del materiale. Anche Hotpoint-Ariston punta sull’asciugatura, e per il 2015 è pronta la lavastoviglie che estrae l’aria umidae calda, riduce la durata del ciclo e arriverà alla classe A+++ meno 10%. In più, per il 2016 ci sarà la pompa di calore per riscaldare l’acqua e il riuso di quella recuperata dalla condensa in fase di asciugatura. Ma già oggi, la nuova lavastoviglie Hotpoint-Ariston vanta la classe A+++, lava 14 coperti e impiega la nota tecnologia Active Oxygen che toglie gli odori che si creano con le stoviglie in attesa del pieno carico. Insuperabile, poi, la possibilità di concentrare la forza pulente su uno dei cesti, secondo il tipo di carico. Uso intelligente dell’acqua Con solo sei litri di acqua le lavastoviglie di Bosch e Siemens raggiungono l’efficienza energetica di classe A+++, grazie anche a un minerale naturale, la Zeolite, che in asciugatura assorbe l’umidità e la trasforma in calore. Miele ne usa 6,5 litri e risparmia energia collegandola agli impianti solari che producono acqua calda. Come fa Electroux Rex con le sue Real Life, che offrono anche una particolare distribuzione interna dello spazio, per farci stare stoviglie fuori misura e poter lavare proprio tutto a macchina. Ma la riduzione dei consumi passa anche dalla grande capacità, così da diminuire il numero dei cicli (e risparmiare tempo). Lo dimostra Candy con le sue Maxi Plates, che con il 35% di spazio in più ospita fino a 15 coperti (in arrivo anche una macchina da 16), compresi piatti fino a 34,5 cm di diametro e piccoli oggetti da porre nel terzo cestello flessibile. Per evitare prelavaggio, o interventi manuali, ci pensano invece i getti supplementari PowerClean di Whirlpool, che colpiscono le teglie incrostate poste in verticale nel cestello inferiore, senza rubare spazio, e Hoover con getti ad alta pressione che si attivano automaticamente selezionando il lavaggio intensivo.