La lavatrice

La lavatrice
Se prima le lavatrici erano a manovella, e solo negli ultimi anni ’50 diventarono automatiche, a partire dagli anni Duemila furono oggetto di innovazioni tecnologiche mirabolanti. Il miglioramento è innanzitutto evidente nell’efficienza energetica: le nuove macchine consumano molta meno acqua rispetto al passato. Anche le dimensioni sono diminuite ma non per questo la tecnologia si è ridotta. Parecchi modelli non hanno più il tradizionale motore a cinghia, ma adottano sistemi inverter: si tratta di una tipologia di motore a magnete permanente che non utilizza spazzole ed è controllato da un circuito elettronico. I motori inverter presentano diversi vantaggi: sono più silenziosi, consumano meno energia e sviluppano meno attrito. Il cestello oggi può essere controllato con maggiore precisione e i panni non girano più solo in base al classico movimento rotatorio, ma possono ad esempio essere fatti ondeggiare in maniera più o meno intensa, sollevati e poi lasciati cadere. Tornando ai consumi, oggi diverse lavatrici raggiungono la classe di efficienza energetica A +++, il livello massimo attuale. Alcuni modelli prevedono anche una presa di carico per l’acqua calda, una soluzione adatta in particolare a chi dispone di impianti solari di tipo termico. Anche il design è cambiato e soprattutto negli ultimi anni si è dedicata molta attenzione all’ergonomia: gli oblò sono diventati più grandi e vengono collocati sempre più in alto, per semplificare l’accesso al cestello durante le operazioni di carico e scarico. Alcuni modelli offrono anche un sistema di cerniere che permette di “spalancare” la porta, quasi a libro. Nei top di gamma un sistema di illuminazione a Led consente do verificare l’andamento del lavaggio e di controllare l’interno del cestello. Le nuove tecnologie hanno mutato anche il modo di selezionare i programmi: dalla manopolona si è passati ai display, colorati e non, che spesso offrono sistemi di interazione touch. Grazie al cotrollo elettronico, si possono implementare cicli di lavaggio specializzati per venire incontro alle esigenze di alcuni particolari tipologie di utenti: ad esempio i capi delicati dei bambini piccoli, quelli dei soggetti allergici o di chi tiene in casa animali. La capacità di carico media di una lavatrice oggi è di 8 Kg.