La Carta da Parati - un rivestimento alternativo

La Carta da Parati - un  rivestimento alternativo
La carta da parati sta tornando ad essere una finitura particolarmente attuale e di tendenza per rivestire le pareti di casa in maniera elegante ed innovativa. La scelta è di tappezzare una parete intera o solamente una zona delimitata da un pilastro, una porta o una finestra con un motivo a tema. I colori, diversamente dalle precedenti carte da parati anni ’70, sono tinte forti e vivaci oppure immagini con tonalità grigie o seppia, con soggetti floreali, mitologici o disegni geometrici che creano un elemento di profondità. Un’altra novità è l'uso della stampa digitale con cui, estraendo da un'immagine la parte che ci interessa, stirando o riempiendo con software usati per il fotoritocco, si adatta il soggetto alle dimensioni reali della parete da valorizzare. La scelta del decoro o dello stile è lasciata al nostro modo di vivere la casa con un’infinita gamma di possibilità, dallo stile più classico alla linea desigual, fatta con un mix di fantasie di fiori, colori decisi e tanto patchwork. I disegni geometrici danno alla parete un senso di ordine, i disegni di movimento ci fanno pensare alla creatività, al nostro vivere quotidiano. La carta da parati ha subito grossi cambiamenti nel tempo, non limitandosi a disegni e colori, ma ci sono carte lavabili, da usare anche in bagno o in cucina, impermeabili, ignifughe, fonoassorbenti e a prova di polvere. Le carte da parati sono fatte con carta di diverse grammature o in vinile, ossia uno strato di carta ricoperto di pvc facile da lavare e molto resistente, oppure con fibre naturali come il cotone, il lino e la juta che creano atmosfere più naturali. Il risultato è diverso da una semplice tinteggiatura ed ha una durata nel tempo maggiore proteggendo e lasciando respirare i muri rivestiti da carta da parati