Industrial Style: atmosfere metropolitane

Industrial Style: atmosfere metropolitane
L’Industrial Style si ispira alle case ricavate da magazzini e officine abbandonate negli anni ’50 in New York. Ampi spazi disponibili, aperti, pavimenti in cemento, vetrate luminose, utilizzando serramenti in ferro suddivisi con tanti riquadri dove i vetri venivano fissati da stucco malleabile di colore grigio o rosso. Anche nel Lecchese di queste officine ne troviamo parecchie, girando per le zone dove una volta si lavorava il fil di ferro, abbandonate dai proprietari in seguito alla crescita industriale degli anni '70 che necessitavano di impianti industriali molto ingombranti e di superfici maggiori. Ma ritorniamo a New York all’Industrial Style, a queste suggestioni create dalle atmosfere metropolitane, con materiali come il ferro, il legno grezzo, il cemento con superfici ruvide e grezze con elementi semplici dall’aspetto vissuto tra grigi e marroni, case che si contrappongono alla pulizia e al conformismo del Minimalismo, alla ricerca continua della simmetria e della perfezione formale. L’Industrial Style nell’arredamento attuale propone la ricerca di oggetti che rispecchiamo le caratteristiche del ferro grezzo non verniciato, il legno con nodi e crepe a vista con atmosfere ispirate all’ambiente officina, con il desiderio di raccogliere arredi solidi, riportati ad una nuovo uso, che raccontino un passato recente, fatte di lavoro e di storie con suggestioni nostalgiche. La cucina in Industrial style con infinite combinazioni cromatiche, mixata con elementi in ferro, maniglie a conchiglia, si sposta su un gusto metropolitano e l’atmosfera da officina agevola il lavoro della preparazione del cibo. Altro arredo che ben si integra con l’Industrial style è il tavolo, rigorosamente con piani in legno massello e gambe in metallo ossidato come il Quadra di La Casa Moderna con piano ricavato da vecchie travi, pulite e riutilizzate, lasciando inalterati nodi e piccole crepe riempite con resine specifiche.