DIVANO: come scegliere

DIVANO: come scegliere
Il salotto, collocato nella zona living è l'angolo relax della casa, ideale per rilassarci, riposarci, riflettere, guardare comodamente la televisione, giocare, accogliere amici e parenti, dormire. E' l'arredo protagonista della nostra casa, collocato in zona luminosa e, se possibile, rivolto verso angoli panoramici e deve integrarsi con il resto dell'arredamento nello stile e nella scelta dei colori. Le dimensioni sono in funzione dello spazio disponibile, dei componenti il nucleo familiare e delle nostre abitudini ad ospitare amici. In questi ultimi anni gli spazi abitativi sempre più frequentemente presentano open-space, ossia locali unici per la zona giorno che comprendono soggiorno e salotto. In tali situazioni spesso i divani separano la zona relax dalla zona pranzo. Il salotto può essere composto da: • un divano e poltrone o pouff • due divani contrapposti per favorire la conversazione • un divano con chaise-longue o soluzioni ad angolo (la soluzione preferita da molti) I materiali utilizzati per formare le sedute dei divani, al fine di offrire una accoglienza ottimale, possono essere poliuterano espanso rivestito con dell’ovatta sintetica (tipo Dacron) o con piuma d’oca naturale canalizzata (nei modelli più pregiati) . Le strutture normalmente sono realizzate in legno massello di abete alternato a pannelli di particelle di legno per i componenti lineari o in alcuni casi con un telaio metallico abbinato a schiumato a freddo. Il rivestimento del divano normalmente è sfoderabile, ad eccezione di alcuni modelli in pelle o ecopelle meno pregiati o dalle forme classiche. Può essere realizzato in tessuto, in microfibra, in pelle naturale e ecopelle. Un tessuto di alta qualità viene scelto con particolare attenzione ai componenti (naturali e/o sintetici), alla stabilità e durevolezza del colore, alla resistenza all’usura (valutata in numero di cicli Martindale), al tipo di trama e alle colorazioni di tendenza. I migliori tessuti sul mercato provengono da manifatture italiane, mentre quelli di provenienza straniera normalmente sono prodotti economici e con caratteristiche inferiori. Nel caso di rivestimenti in vera pelle, la materia prima deriva dal manto del bovino, la cui parte più pregiata si definisce pelle pieno fiore e Nabuk nel caso di pelle rovesciata. La pelle ecologica o ecopelle (sempre più venduta e apprezzata nel mercato odierno dell’arredamento) è la simulazione della vera pelle realizzata con materiali sintetici, capace di offrire risultati di morbidezza e facilità di manutenzione sorprendenti.