Il verde è il colore della natura per antonomasia. La sua presenza rievoca i prati, i boschi, le foglie degli alberi e infonde un senso di tranquillità e benessere. Questo fantastico colore è adatto a qualsiasi ambiente della casa, dalla cucina al soggiorno, dalle camere da letto al bagno. Inoltre, il verde può facilmente essere accostato ad ambienti sia moderni che più classici.

Pianificare in modo adeguato i giusti accostamenti e scegliere il verde più adatto ad ogni singolo ambiente della casa può non essere sempre scontato. Di seguito ti forniamo qualche suggerimento per farlo con criterio.

Innanzitutto, gli accostamenti più tradizionali sono quelli con i toni neutri come il bianco, il grigio (sia nelle varianti scure che in quelle più chiare) e il legno nelle sue varie tonalità. Quest’ultimo abbinamento in particolare crea un effetto molto “naturale” nell’ambiente domestico. Frequenti sono anche gli accostamenti con il rosa e il giallo pastello.

 

In ogni caso, dal momento che esistono molte varianti di verde, cerchiamo di capire come predisporre gli abbinamenti migliori per ciascuna di esse.

Una variante che ha preso molto piede quest’anno è il verde scuro bosco, tonalità intensa che infonde un senso di energia ed ha un potere riequilibrante allo stesso tempo. Considerata la forza di questo colore, se ne sconsiglia l’utilizzo in ambienti di piccole dimensioni. Abbinato con il nero e il bianco, il verde bosco crea un ambiente molto elegante. Il segreto sta nel movimento cromatico dato dal contrasto creato dall’utilizzo congiunto di bianco e nero, poiché l’abbinamento con uno soltanto di questi due colori può apparire troppo piatto e, nel caso del solo nero, anche eccessivamente scuro. Dettagli color legno nell’arredamento o un parquet legno chiaro per il pavimento completano in modo armonico l’effetto visivo.  Per chi vuole osare di più invece, il verde scuro bosco appare perfetto in combinazione con i toni del rosso, dell’arancio o del giallo ocra, infondendo un senso di luminosità ed originalità agli spazi. Soprammobili o dettagli in silver e bronze sono la scelta giusta.

   

Il verde salvia e il verde oliva sono altre varianti di colore tornate con molta frequenza nelle case degli italiani, perché irradiano eleganza senza risultare scontate. Si tratta di tonalità decisamente più tenui e delicate del verde bosco; il verde salvia in particolare può essere utilizzato con facilità in stanze di varie dimensioni senza creare troppi problemi di luminosità. Ottimo l’accostamento con il legno, il grigio, il bianco e il panna per la creazione di un’atmosfera fondata sulla naturalezza. Per i tappetti o i tessuti dell’arredo materiali naturali come la rafia, il lino e la pelle sono la soluzione più in linea con il contesto.

 

Per inserire, invece, negli ambienti qualche dettaglio di colore, interessante e sofisticato l’abbinamento del verde salvia o del verde oliva con il rosa pastello, mentre più audace ed energizzante quello con il giallo. Questi colori possono anche rappresentare un’ottima base cromatica per carta da parati di tendenza, come quella che prevede pattern fiorati dai colori più arditi o fantasie tropicali.

 

Molto consigliato l’utilizzo di mattonelle in cucina o nel soggiorno, per dare risalto ad ambiente industrial chic o dalla caratterizzazione più rurale. Le mattonelle possono essere nell’originale colore rosso o anche verniciate in tonalità neutre, in questo secondo caso soprattutto se sono collocate in ambienti moderni.

Elegante in cucina lo stacco con il marmo con venature sul grigio/marrone. Originale invece la presenza del verde nelle gole della cucina, con un richiamo cromatico su una parete della stanza o sulla carta da parati.

Per chi non si sente di osare troppo con il verde e teme di stancarsi, può essere un buon compromesso quello di inserire questo colore su una poltrona o su altri elementi dell’arredo facilmente sostituibili come le sedie.

 

Ora, divertiti tu a creare il tuo ambiente green. Buona sperimentazione!